• CONDIVIDI SU :

    Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Olho de sogra (dolcetto al cocco-ricetta brasiliana)

 

dolcetto al cocco facile occhio suocera

Oggi vi do la ricetta del Olho de sogra (dolcetto al cocco-ricetta brasiliana)

Olho in portoghese vuol dire occchio e Sogra vuol dire suocera , quindi  “occhio di suocera”

Questo nome è davvero buffo e divertente.

Il dolce ,come potete vedere, cerca di assomigliarsi il più possibile alla forma di un occhio ma la parte bianca è piuttosto grande rispetto alla prugna, questo forse è dovuto proprio al voler dire che le suocere  hanno ” o olho grande o olho gordo” (l’occhio grande o occhio grasso) nei confronti delle nuore.

In Brasile l’espressione  “olho grande” è molto comune e viene usata per far riferimento al malocchio , alla invidia e alla cattiveria

dolcetti al cocco prugne e lattePer esempio: Maria, veio aqui em casa ontem e colocou  olho gordo nas minhas plantas…  hoje de manha encontrei todas as orquideas mortas!

( Maria è venuta ieri qui a casa e  ha messo”il malocchio” sulle mie piante…questa mattina ho trovato tutte le orchidee morte! )

VIDEO RICETTA QUI

Povere suocere, purtroppo godono di una pessima fama in tutto il mondo 🙂 , alcune si meritano davvero il nome ma altre sono tutto tranne che cattive

 

Forse è questo il motivo per il quale la pallina di cocco viene fatta bella ” grande”, per far riferimento al “lolho grande” che hanno le suocere nei confronti delle nuore

Questo dolce è 4 in uno, mi spiego:

basta fare dei piccolissimi cambiamenti e la ricetta prende un altro nome e anche il sapore cambia ovviamente, se lo preparate ;

Com le prugne viene chiamato Olho de sogra

con le albicocche secche  Olho de sogro (occhio di suocero)

con i datteri invece si chiama Olho de vizinha (occhio della vicina)

senza nessuna frutta e solo con il caramello , bala de vidro o bala baiana (caramella di vetro o caramella baiana)

L’origine di questo dolce e del suo nome strano non è certa  e le storie sono tante;

Probabilmente è un dolce di origine portoghese, che inizialmente veniva fatto senza l utilizzo della prugna. Si dice anche che il suo nome potrebbe essere derivato dal fatto che antigamente quando due ragazzi erano fidanzati, non venivano mai lasciati da soli e la suocera non toglieva mai i suoi occhioni dai due innamorati

e poi c’è anche una altra storia che racconta di un ragazzo che aveva chiesto alla sua mamma di insegnare alla sua moglie come   preparare i “beijinhos” (dolce al cocco molto simile ma senza le prugne) e che la suocera per pura cattiveria avrebbe messo le prugne dentro al dolce di cocco della nuora, ma quest ultima se ne è accorta e presse un pezzetto e prugna e lo appoggio sopra al dolce per decorarlo.

Quando presento il dolce a tutti e gli chiesserò che dolce fosse, lei rispose:

_ questo dolce è stato creato sotto il  controllo dell occhio di mia suocera

E anche questa potrebbe essere una spiegazione all origine del nome del dolce

Non sappiamo di preciso  il perché del nome del dolce, ma una cosa è certa, per quanto riguarda il gusto l?occhio di suocera” riuscirà sicuramente a mettere d’accordo sia suocere che nuore 🙂

La mia ricetta è semplicissima, ma esistono anche varianti  di questo dolce fatte con una noce di burro e uno o due tuorli

bala de vidro - dolcetto al cocco

Visto che ci avviciniamo al Natale un idea carina secondo me, potrebbe essere quella di fare tantissime palline piccole , caramellarle e impilarle uno sopra l altra formando un alberello di natale.

Se provate a realizzare questa mia idea inviatemi una foto e raccontatemi come vi è venuta 😉

Olho de sogra (dolcetto al cocco-ricetta brasiliana)
 
AUTORE:
INGREDIENTI
  • 1 lattina di latte condensato (395 gramas)
  • 150 grammi di cocco grattugiato fresco ( anche la farina di cocco va bene, l importante è que non sia zuccherata)
  • Prugne secche
  • burro q.b
  • Caramello:
  • 1 parte d'acqua e due di zucchero
PROCEDIMENTO
  1. Mettere il latte condensato e il cocco su un pentolino e cuocere per circa 5 minuti mescolando sempre .
  2. una volta che il composto si stacca dal fondo della pentola ed è diventato piu denso spegnete il fuoco e trasferitelo su un piatto. coprite con un pezzo di pellicola e lasciate raffreddare
  3. tagliate le prugne a metà senza arrivare fino in fondo
  4. Sporcatevi le mani con un po di burro
  5. Con un cucchiaino prelevate una piccola quantità di impasto e fate una pallina, dopodiché inseritela dentro alla prugna.
  6. Preparate il caramello mettendo acqua e zucchero su un pentolino e portando il tutto sul fuoco. fate bollire e non mescolate .
  7. per vedere se il caramello è arrivato al punto giusto, buttate dentro ad un bicchiere con dell acqua un goccio di caramello, se sentite un rumore come quando un vetro si rompe, spegnete immediatamente il fuoco perché il caramello è arrivato al punto giusto
  8. Infilzate un dolcetto alla volta su uno stuzzicadenti e immergetelo nel caramello.
  9. ponete il dolcetto caramellato sopra un foglio di carta forno e fatelo raffreddare
Notes
Se non volete caramellare i dolcetti potete passarli nello zucchero semolato
C'è chi aggiunge un goccio di succo di limone o di aceto di mele al caramello per farlo durare di più sopra il dolce

Fonte: ricetta popolare e di famiglia

 

ISCRIVITI
Ricevi GRATIS  le ricette per e-mail . In esclusiva per te, un  email a settimana con l'elenco di tutte le ricette pubblicate e molto altro ancora!
We respect your privacy.
Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe:  

  • Categorie