• CONDIVIDI SU :

    Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Crostata di more

 

crostata di more deliziosa 13

Oggi vi propongo una ricetta che più di stagione di questa non si può; la Crostata di more

Questo fu il primo dolce che ho mangiato in Italia.

 

crostata di more01

Mi ricordo che la prima volta che mise piede in terre italiane era proprio agosto e quando sono scesa dal aereo con mio marito c’era mio suocero che ci aspettava in aeroporto , quando siamo arrivati da mia suocera lei ci aveva preparato da mangiare e il dolce di quel giorno era proprio una buonissima crostata di more selvatiche

Approfittate dalla loro stagione e fate una passeggiata per raccogliere le more e in seguito preparate per i vostri cari  questa buonissima crostata, che oltre ad essere squisita e anche bella da vedere e molto economica

 

 

crostata di more gabri

 

Per vedere la ricetta della pasta frolla cliccate QUI  

Ricetta della crema pasticcera QUI 


Crostata di more
 
AUTORE:
INGREDIENTI
  • 1 dose di crema pasticcera fatta con 500 ml di latte
  • 450 grammi di pasta frolla
  • 600 grammi di more di rovo
  • 1 bustina di gelatina per dolci
PROCEDIMENTO
  1. Per prima cosa preparate la crema pasticcera seguendo la ricetta che trovate qui sopra. Copritela con la pellicola e fatela raffreddare in frigo per almeno un trenta minuti.
  2. Preparate la pasta frolla e stendetela su una tortiera da 25/28 cm di diametro. A me piace stenderla molto sottile. Bucherellate il fondo e ponetela in freezer per 10 minuti.
  3. Scaldate il forno a 180 gradi. Togliete la pasta frolla dal freezer, ponete sopra un pezzo di carta forno e aggiungete dei legumi secchi sopra. Infornatela per circa 20 minuti.
  4. Tenete in mente che una volta fredda la pasta tende ad indurire, quindi state attenti a non cuocerla troppo altrimenti diventa dura e difficile da tagliare
  5. Prendete la crema e mescolate bene in modo da renderla liscia.
  6. Distribuite sopra la base di frolla la crema pasticcera e sistemate le more (precedentemente lavate e asciugate) sopra la crema
  7. Preparate la gelatina seguendo le istruzioni della confezione e versatela sopra alla torta.
  8. Fate riposare la torta in frigo per almeno due ore prima di servire

 

ISCRIVITI
Ricevi GRATIS  le ricette per e-mail . In esclusiva per te, un  email a settimana con l'elenco di tutte le ricette pubblicate e molto altro ancora!
We respect your privacy.
Facebook Comments

2 commenti:

  1. Buonasera,
    scusate ho provato a fare la meringa soffice, ma non userei più l’acqua dei ceci precotti visto che contiene già il sale e che il gusto non risulta gradevolissimo (considerando pure che ho adottato il rapporto acqua – zucchero = 1 – 1/2). Ancor più problematico è il fatto che dopo un’ora circa ho trovato l’acqua sul fondo della coppa e la schiuma sopra.
    Io ho bisogno di una cra che abbia una consistenza spumosa tipo quella contenuta nei Negretti o Moretti, per riempire delle crostatine chiuse, perciò non deve essere assorbibile dalla frolla e non deve avere necessità di stare in frigorifero almeno per un paio di giorni prima di essere servita.
    POTETE AIUTARMI?
    GRAZIE INFINITE
    Caterina

    • Ciao Caterina,
      buona sera!
      La meringa con l’acqua di cottura dei ceci è piu adatta per mettere sopra alle coppe dolci, ma c’è anche chi la fa asciugata al forno.
      Io non ho mai mangiato ne provato a fare i negretti, ma avevo visto la ricetta sul blog di una collega blog di cookaround, prova a dare un occhiata qui http://blog.cookaround.com/aldolcepensoio/negretti-homemade/
      Credo che con il marshmallow puoi stare piu tranquilla, mi sa che sono piu adatti della meringa classica perché trasmettono poca umidità.
      Se vuoi stare tranquilla puoi anche impermeabilizzare la pasta frolla con del Cioccolato fuso.
      Una volta vedendo un programma di tv, il maestro Luca Montersino ha detto che spennellando
      la base di pasta frolla già cotta con dell cioccolato fuso ( circa 2 o 3 strati) questa rimane croccante e non assorbe umidità. ( io devo ancora provare a fare questa cosa ma credo funzioni)
      Spero di esserti stata d’aiuto 🙂
      Un abbraccio!
      Gabriela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe:  

  • Categorie