• CONDIVIDI SU :

    Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Liquore di mirto

come fare MIRTO SARDO

Ah il Liquore di mirto, che bontà!! Se no lo avete mai bevuto io vi consiglio di provarlo.

Mi ricordo ancora quando l’ho assaggiato per la prima volta, e fu proprio nella sua terra di origine, la Sardegna appunto.

Il frutto mirto si raccoglie di solito a Dicembre, comunque nel periodo invernale, lo si prepara e quando è estate è il momento migliore per gustarlo, poiché il mirto va servito non freddo, quasi ghiacciato!!

VIDEO RICETTA

 

Nelle calde serate estive fa davvero piacere gustare unbicchierino di mirto freddissimo!

Io quest’anno, ho preparato il mirto ben due volte, la prima volta ho fatto 3 litri ma sono già spariti (  Aoo, a belli micca sono un ubriacona eh!) L’ho regalato a varie persone)  e la seconda ne ho fatto altri 3 ma per ora questi li tengo qui a casa come scorta e per eventuali regali da fare

E finalmente ho fatto contente il mio maritone, visto che lui il mirto me lo chiedeva da tanto di preparglielo.

Se volete sapere un po di più sulla raccolta del mirto cliccate QUI e leggete il post in cui parlo della nostra raccolta di mirto al mare

Prima di fare questo liquore mi sono informata molto su come prepararlo al meglio e come farlo come sarebbe fatto da un Sardo.

Il tempo di macerazione delle bacche cambia molto a seconda delle ricette, c’è chi dice di farle macerare un mese, chi 2 e chi  3, c’è chi mette un kg di zucchero per due  litri d’acqua, chi ne mette 500 gr di zucchero, chi 700 e via dicendo.

Quindi, come potete immaginare,  il mio maggiore dubbio era sulla quantità di zucchero da mettere e sul tempo di macerazione,1 kg mi sembra troppo, 500 grammi  mi sembra poco e quindi  ho scelto una via di mezzo e ho messo 760 grammi di zucchero ed è venuto fuori un mirto buonissimo! Comunque va a gusti, vedete voi quanto lo volete dolce.

Il primo mirto che ho fatto l’ho fatto macerare per un mese, il secondo invece per 3 mesi, ma non perché volevo farlo,  è che mi ero quasi scordata che dovevo filtrare le bacche, tutto qui. Io comunque vi consiglio di farle macerare da un minimo di un mese ad un massimo di 3, secondo me un mese e mezzo è l’ideale.

Il mirto oltre ad essere buonissimo ha anche un colore meraviglioso, è nero e viola allo stesso tempo, è difficile definire il suo colore. Provate a guadare un bicchiere con del mirto con la luce del sole riflessa e vedrete che colore fantastico si vedrà nel bicchiere

Liquore di mirto
 
AUTORE:
INGREDIENTI
  • 1 litro da alcool + un altro po, caso le bacche rimangano scoperte l'alcool va rimboccato fino a coprirle
  • 2 litro d'acqua
  • 760 grammi di zucchero
PROCEDIMENTO
  1. Lavare in modo accurato le bacche di mirto, rimuovere le foglioline e metterle dentro ad un grosso contenitore di vetro.
  2. Ricoprire le bacche con dell alcool a 95 gradi , chiudere il baratolo e agitare. Mettere a macerare in un luogo buio e asciutto ( io l ho tenuta dentro un armadio)
  3. Farle macerare per almeno un mese
  4. Trascorso tale tempo, passare le bacche su un setaccio e spremerle bene per estrarre tutto il succo. Filtrare anche due o tre volte finché il succo non esce privo di residui delle bacche
  5. Su una grossa pentola mettere due litri d'acqua e lo zucchero e far bollire il tutto per 30 minuti
  6. Far raffreddare completamente lo sciroppo
  7. Unire lo sciroppo freddo al succo di mirto e mescolare.
  8. Imbottigliare e servire freddissimo
Notes
Per filtrare le bacche dopo il periodo di macerazione potete usare un semplicissimo scolapasta e schiacciarle con un batticarne in modo da estrarre il succo oppure un passa-verdure con i buchi grandi.

Durante il periodo della macerazione ricordatevi di scuotere il contenitore con le bacche almeno una o due volte a settimana

 Fonte: pianeta donna
ISCRIVITI
Ricevi GRATIS  le ricette per e-mail . In esclusiva per te, un  email a settimana con l'elenco di tutte le ricette pubblicate e molto altro ancora!
We respect your privacy.
Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe:  

  • Categorie