• CONDIVIDI SU :

    Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Chapada Diamantina

Oggi non sono qui per scrivere nessuna ricetta, ma soltanto per raccontarvi un po del mio amato Brasile! Era da tanto che avevo in mente di fare una sessione del blog tutta dedicata alle mie vacanze in Brasile, per raccontarvi un po delle mie impressione e dei giri che ho fatto finora. Cosi come ho dedicato tutta una sessione ai brasiliani, dove racconto le mie impressioni e le bellezze dell’Italia, mi sembrava piu che giusto fare una sessione tutta per voi !

Per inaugurare questa sessione ho scelto un posto che ho visitato nel 2010 e che mi è rimasto nel cuore; la CHAPADA DIAMANTINA

La chapada Diamantina, non è una città ma bensi un parco nazionale(dal 1985) che sta situato nel cuore dello stato di Bahia, la cui capitale è Salvador.

Per gli amanti della natura ,questo è il posto ideale in cui trascorrere le proprie vacanze, poichè il territorio è molto ben preservato, ci sono delle montagne bellissime, cascate e grotte stupende.

Inoltre, gli abitanti di questa zona sono molto gentili e di una semplicità unica, sono rimasta davvero molto affascinata con il modo in cui ricevono i turisti.

La cittadina con una maggior infraestruttura turistica di tutto il parco, si chiama Lençois e possiede delle costruzioni molto belle e colorate dal periodo in cui il Brasile era ancora una colonia portoghese. Questa zona in passato fu molto esplorada a causa della grande quantità d’oro e diamante che era possibile trovare li, e per questo appunto il nome “diamantina” che viene dalla parola “diamante ” in portoghese.

Tutti i mesi dell’anno sono buoni per visitare questo posto belissimo, anche se durante i mesi estivi ( dicembre, gennaio e febbraio) spenderete sicuramente un po di piu, visto che questi sono i messi dell’alta stagione in Brasile. Per quanto riguarda il clima fa sempre caldo, questa è una zona molto molto secca.

Attorno alla “montagna” Morro do Pai Inacio c’è una leggenda molto carina che spiega l’origine del nome della montagna .

La leggenda narra di uno schiavo di nome Ignazio, che era di proprietà di un potente proprietario di una miniera. La moglie di questo ricco signore ebbe un relazione amorosa di nascosto con lo schiavo , fino a quando qualcuno venne a sapere della storia e raccontò tutto al marito tradito , che  in furie , chiamo i suoi servitori e ordino che lo schiavo venisse catturato per essere torturato. Sua moglie  appena ha saputo, corse dall suo amato  e gli racconto tutto e gli consiglio di fugire. Inizialmente Ignazio voleva resistere e affrontarlo, ma su insistenza della ragazza decidesse di fugire ma promisse di tornare per prenderla appena fosse possibile.
Ignazio siccome era molto intelligente,si spostava spesso per non farsi trovare e passò diversi mesi a mangiare frutta, legumi, radici, piccoli animali, uccelli e pesci  …il marito cornuto e  arrabbiato, perchè veniva  deriso da tutti in paese, decisse allora che egli stesso sarebbe andato insieme alla sua troupe ad uccidere il maledetto Ignazio … in una delle tante ricerche, videro un fummo che proveniva dall’alto della montagna e insospetitti salironno…arrivati su trovarono Ignazio, che appena vide il suo capo e proprietario, gli riposse che non si sarebbe mai  fatto uccidere da lui e si getto nell’aria. Tutti credevano che il ragazzo fosse morto, ma il realtà non lo era. Passato un po di tempo Ignacio rapi l’amata e fuggi con lei. Sulla montagna c’è una pietra a sagoma di cuore, che i nativi della chapada Diamantina dicono che si è si trasformata in cuore grazie all amore di Ignazio e questa ragazza!

In questo video , una guida turistica locale mi racconta la leggenda e si butta “nel vuoto” , è davvero impressionante e confesso che mi sono spaventata . Il video è il portoghese, e si sente un po male a causa del forte vento. Se volete vedere la guida che si getta dove si sarebeb gettato Ignazio mettete il video dal minuto 2.10 in poi  😉

Una curiosità gastronomica di questa zona, sono i piatti che preparano con le piante grasse! uno di questi piatti, che ho assaggiato ed è molto buono (anche se ero scettica all inizio) si chiama Cortado de Palma, praticamente tagliano a pezzettini piccoli le foglie dei cactus ( una sorta di fichi d’india) e le fanno soffrigere con un po di odori vari. Sono davvero buone! Se andate li vedrete tante piantagioni di questa pianta e probabilmente vi domanderete il perché coltivarla certo?! Primo per darla da mangiare al bestiame, perche quella è una regione molto secca e l’erba manca quindi  le mucche si sono dovute abituare a mangiare i cactus, poi per l’alimentazione umana.

La palma e il piatto tipico fatto di Palma
fONTE IMAGINE http://umsabordeviagem.com/delicioso-cortado-de-palma/

Il mio consiglio? munitevi di spray anti zanzare, una machinetta fografica 😉  e fatevi trasportare dalla magia di questo posto fantastico!

Vi lascio alcune fotografie che ho scattato durante le vacanze e alcuni video 😉  :*

 


ISCRIVITI
Ricevi GRATIS  le ricette per e-mail . In esclusiva per te, un  email a settimana con l'elenco di tutte le ricette pubblicate e molto altro ancora!
We respect your privacy.

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Categorie